24 novembre 2014

Nuvole di tulle: pon pon





Eccomi di ritorno, dopo mesi di assenza.


In questo periodo il blog è stato diretto egregiamente da Cecilia, così come la pagina fb che vede sempre più numerose followers. Ringraziamo chi segue entrambi e speriamo di rendere i nostri piccoli spazi virtuali sempre più interessanti. Sebbene gli stili che proponiamo siano diversi, siamo unite dalla passione per la creatività "alternativa" e per questo motivo ci auguriamo di proseguire con costanza e divertimento. Alla fine, quello che conta è lasciare un po' d'allegria agli altri.

Fatta questa premessa, oggi voglio mostrarvi le mie nuvole di tulle. Sono i pon pon: belli, colorati, morbidi, dolcissimi. Insomma, li adoro davvero perché amo il tulle come tessuto. Si possono reinventare in mille modi, restano sempre poetici e romantici. Ultimamente, ad esempio, io li utilizzo per adornare i pomelli dei mobili al posto dei classici cuori in stoffa (il mio Felix ha provato ad arraffarne uno, ma è stato subitamente ammonito!), oppure come bracciali sofisticati per un momento speciale.

La mia ispirazione sono, ovviamente, le atmosfere create da Oscar et Lila che tutte conoscerete, ma anche quelle dei numerosi siti di matrimoni in stile romantico e shabby. Sono universi splendidi in cui perdersi e si può imparare tanto. E non bisogna certo attendere la primavera per dedicarsi a queste piccole creazioni manuali, anche il periodo natalizio può riservare splendide sorprese e penso proprio che proverò a cimentarmi in qualche nuova decorazione.



annoda le strisce di tulle intorno ai due dischetti di cartone,
lega con del nastro o dello spago e separa i due dischetti tagliandoli con la forbice





un saluto a tutte e a presto

Deborah


22 novembre 2014

My Liberty bird. La vincitrice è...


Eccoci qua finalmente!
 
Innanzitutto un grazie a tutte voi che avete partecipato e per i bellissimi commenti che mi avete scritto. Sono felicissima che i miei uccellini in lino e tessuto Liberty vi siano piaciuti! Avrei voluto premiarvi tutte, facendo volare ad ognuna di voi uno delle mie adorate creazioni tessili. Ma siccome un giveaway che si rispetti esige un'estrazione e un vincitore, ecco qui la manina emozionata di Lavinia occupata nel sorteggio. La vincitrice del My Liberty bird giveaway  è...
 
 
Complimenti carissima! 



.
 

 
 
 
Ancora grazie a tutte per aver partecipato! Un abbraccio!
 
Cecilia.

17 novembre 2014

Un regalo per voi. Giveaway





Buongiorno a tutti!


Oggi c'è una piccola sorpresa per voi sul blog. Si festeggia con un giveaway speciale, dedicato a tutti voi appassionati di handmade. Per voi followers che in questi giorni avete  fatto "volare" la pagina facebook de La Commode d'Amélie abbiamo messo in palio uno dei miei uccellini decorativi in lino e tessuto floreale Liberty London.

Sto realizzando alcune creazioni tessili natalizie con questo cotone Liberty Wiltshire nella tonalità del rosso. Adoro le fantasie floreali  e mi piace abbinarle al lino grezzo, trovo che il risultato sia molto piacevole e raffinato. Questi uccellini sono nati per decorare l'albero di Natale oppure per appoggiarsi su deliziose gabbiette, come avevo proposto al mercatino di a "Spasso tra le rose".  A volte però volano via e si posano sulla tavola trasformandosi in fermatovaglioli,  accessori poetici della tavola delle feste.
Mentre pensate come utilizzare questo decoro a uccellino vi spiego come fare per vincerlo.

Le regole per partecipare sono semplici: scrivere un commento sotto a questo post o sulla pagina facebook e condividere il post o la pagina sul vostro blog o su facebook.
Il giveaway scade venerdì 21 Novembre prossimo e la vincitrice sarà estratta a sorte dalle piccole mani di una delle mie bimbe.
Buona fortuna!


Buon inizio settimana!
un caro saluto
Cecilia 






Decori uccellino handmade di Cecilia Lugli home design

10 novembre 2014

La scatola dei bottoni




Buongiorno!


Mia nonna aveva un'antica e bellissima scatola di biscotti dove conservava i bottoni e io, da piccina, trascorrevo i miei pomeriggi giocando con quei coloratissimi, piccoli tesori. A quei tempi non sapevo  che questa passione per i bottoni mi avrebbe accompagnato per sempre nella vita.
Ecco perché, quando penso ai biscotti, penso alla magica scatola della nonna e a quei pomeriggi d'Autunno trascorsi con lei. Oggi come ieri riscopro il piacere di stare in casa, mentre fuori fa buio presto, a cucinare dolcetti con le mie bimbe. Dopo tante risate, farina dappertutto e manine da lavare, ecco pronti i nostri bottoni biscotti, dedicati alla mia nonna...e dedicati a voi.













Procedimento:
Lasciate ammorbidire il burro a temperatura ambiente. Amalgamate tutti gli ingredienti velocemente, dopodiché formate una palla, ricopritela con pellicola trasparente e lasciatela riposare in frigorifero per mezz'ora. Stendete l'impasto e formate i biscotti con uno stampino tondo. Infornate a 180° per 15/20 minuti fino a quando saranno ben dorati.

Mettete i biscotti bottone in una bella scatola di latta, si conserveranno per alcuni giorni e saranno golosissimi a colazione. Decorati con un nastro o presentati dentro un sacchettino possono trasformarsi in una merenda chic tra amiche.
Non trovate che siano perfetti per una padrona di casa amante del cucito?


Un caro saluto e buon inizio settimana!

Cecilia.

03 novembre 2014

Stile da mamma





Buongiorno!


Oggi vi racconterò di una delle mie tipiche giornate, lo farò con le fotografie speciali di un'amica blogger. Angie Nardiello, dalle origini canadesi ma modenese "per amore", scrive brillantemente di moda e lifestyle per mamme sul suo blog Reasons to dress e QUI trovate il delizioso post che mi ha dedicato.
Le mie giornate a volte iniziano con folli corse a bordo dell'amata bicicletta, di cui vi avevo già raccontato QUI.  Poichè spesso gli impegni di interior designer si intersecano con quelli di mamma può capitare che mi ritrovi, dopo il lavoro, a spasso con la piccola Camilla, a far la spesa o all'uscita della scuola di Lavinia con i tacchi altissimi! E' stato questo curioso dettaglio a spingere Angie a dedicarmi questo post sul mio stile da mamma.
Trovo che questi pochi scatti  siano un bellissimo ritratto, un mio piccolo " tranche de vie" da condividere con voi.
Ed eccomi qua, che sfreccio in bicicletta con la mia immancabile spilla fiore, le amate righe bianche e nere abbinate a una gonna a fiori e le adorate scarpe col tacco. Ad essere sincera spesso quest'ultime vengono sostituite da comode ballerine, per correre sui prati insieme alle bimbe o per portare agevolmente la borsa della spesa, ma tutto il resto del look non cambia.
E il vostro stile, quello che più vi rappresenta, qual è?  



Buon inizio settimana!
 Un abbraccio.
Cecilia.





Una delle mie spille fiore handmade. QUI vi raccontai la storia.


fotografie di Angie Nardiello, Reasonstodress.

27 ottobre 2014

Pic nic d'Autunno

 


Buongiorno!
 
 
Chi ha detto che i pic nic si fanno solo in Primavera?
Una delle stagioni più affascinanti è l'Autunno, periodo dell'anno in cui la natura sembra mettere in mostra tutta la sua poetica bellezza.  E' bellissimo passeggiare nei  prati coperti da foglie rosse e gialle. Gli alberi non sono ancora spogli e tra l'erba spuntano dei timidi fiori. C'è una luce diversa che rende ancora più sgargianti i meravigliosi colori del bosco.
Per la nostra cesta della merenda campestre abbiamo scelto una tovaglia in lino con bordo liberty, piatti vintage e posate in legno dalla foggia antica, tutto molto in stile british. Per proteggerci dall'umidità dei prati, abbiamo rubato dal divano cuscini di varie misure e  per scaldarci, se mai il sole si nascondesse improvvisamente dietro le nuvole, un plaid avvolgente.
Non si possono assolutamente perdere queste preziose giornate di sole autunnale, ecco perché oggi abbiamo trascorso il nostro tempo il più possibile all'aria aperta. 
 
E voi, come avete trascorso questa meravigliosa domenica di sole autunnale? 
 
 
Un caro saluto. A presto.
 
Cecilia
 







 
Cuscini, tovaglia in lino con bordo floreale e fermatovagliolo uccellino di Cecilia Lugli Home designer.
Piatti vintage di Enjoy coffee and more.
Posate ecologiche in legno di Seletti.


21 ottobre 2014

Design vintage

 
 
Elegante e robusta: la "A Chair" della Tolix è un'icona dell'estetica industriale.
 
 


Buongiorno!
 
 
Io la adoro nella versione originale, in acciaio galvanizzato, concepita da Xavier Pauchard nel 1934. Questa mitica sedia in metallo dalle forme semplici fu creata per arredare uffici, atelier, fabbriche ed ospedali.
Si impose per la sua resistenza e leggerezza, tanto da essere ideale anche all'aria aperta, nei cafés e nei giardini pubblici. La sua popolarità l'ha fatta entrare nelle collezioni del Vitra Design Museum, del MoMa e del Centre Pompidou.
Le linee pulite e il design raffinato la rendono perfetta per arredare le nostre case, donando un tocco vintage, molto particolare, agli ambienti in cui viene inserita.  La Tolix chair è un elemento decorativo molto versatile. Mi piace poeticamente abbinata a tavoli consumati di ispirazione industriale, ma la amo anche in meraviglioso contrasto con mobili di stile più contemporaneo e minimale. E' bellissima nella veste nuova laccata lucida, proposta in tante tonalità e molto affascinante nella versione vintage consumata.
Sono anni che la "corteggio", la vorrei accostare  alle sedie antiche della mia cucina, creando così un susseguirsi di sedute diverse. Sarebbe perfetta anche nel mio angolo atelier, dove andrebbe a raccontare quel suo passato di sedia industriale. 
 
E a voi, in quale versione piacerebbe?
 
 
 
 
Un caro saluto e a presto!
 
Cecilia.
 
 



immagini da Pinterest


Se vi siete innamorati anche voi di questa icona del design, qualche sito di riferimento per acquistarla nuova o vintage:
 
 
 
 

11 ottobre 2014

Una doppia passione





Buongiorno!
 


Sono ormai alcuni mesi che ci incontriamo qui, io e voi. Abbiamo parlato di tanti argomenti inerenti ai tessuti, al cucito e all'handmade. Ho lasciato che si esprimesse il lato più creativo della mia personalità perché lo sentivo in armonia con lo spirito di questo blog.
Mi sembra giunto il momento di condividere con voi anche l'altra faccia di me stessa, quel volto più quotidiano dell'interior designer. Sento il bisogno di parlarvi di arredamento, design e decorazione, perché fa parte di me, della mia vita di tutti i giorni. Non è soltanto la mia professione ma una grande passione che insieme all'altra convive in me, da sempre. 
Da quando disegnai con i gessetti, il progetto della casa immaginaria, per terra, sul selciato del cortile. Dai tempi in cui, bambina, giocavo ad arredare la casetta delle bambole. Dal momento in cui iniziai a collezionare riviste d'arredamento francesi. Allora ero una ragazzina che sognava ad occhi aperti, oggi sono una donna (e mamma) che ha realizzato questo sogno.
Questa doppia passione non posso non condividerla con voi. Che ne dite quindi, se da oggi in poi dedicassi qualche post alla decorazione d'interni?


Intanto vi auguro un buon fine settimana!
A presto.
 
Cecilia.



Immagini da Pinterest